Full Contact

Un pilota di droni bombarda per sbaglio una scuola in Afghanistan mentre comanda il suo mezzo da Las Vegas. L’uomo, Ivan, non è mai stato nei paesi dove hanno luogo gli attacchi, né ha mai avuto modo di toccare l’aereo che utilizza per uccidere. La guerra moderna lo tiene al sicuro e disconnesso dalla sua preda. Tuttavia, dopo l’incidente, il distacco di Ivan inizia a serpeggiare in ogni ambito della sua vita. L’uomo non è in grado di eliminare il ricordo degli uomini che ha ucciso dalla sua mente e per questo Ivan non può fare a meno di lasciarsi andare ad una crisi di coscienza che cambierà profondamente il suo essere. La sua attrazione per una ragazza conosciuta di recente, il suo senso di colpa misto a curiosità per le vittime che ha ucciso, lo porteranno fino ad un momento di consapevolezza tale da fargli comprendere pienamente chi è e cosa vuole dalla vita.

Leggi il seguito

Mad Max: Fury Road – Più coinvolgente che mai

Sono passati trent’anni da Mad Max oltre la sfera del tuono (1985), terzo ed utlimo capitolo della saga dedicata al personaggio di Max Rockatansky dopo Interceptor (1979) e Interceptor – Il guerriero della strada (1981), tutti diretti da George Miller e interpretati da Mel Gibson. Ultimo fino ad oggi, giorno dell’uscita nelle sale italiane di Mad Max: Fury Road, opera che si unisce alla trilogia di Miller con due nuovi elementi: Tom Hardy che dà un nuovo volto a Max, ma ancor di più una moderna tecnologia digitale che, mai come ora, permette ad una mente come quella del regista di sbizzarrirsi e riversarsi sullo schermo spingendo in avanti i limiti del cinema contemporaneo.

Leggi il seguito