Il meglio del peggio: i disturbing movies.

Cari lettori, l’articolo che vi propongo stavolta nasce non tanto da una precipua volontà di trattare questo difficile argomento, ma da un film, che ha scatenato nella mia mente pensieri che hanno avuto un effetto domino, portandomi fino all’estremo e morboso desiderio di comprendere ciò che profondamente disgusta l’uomo. Questa estate ho avuto l’occasione di vedere l’ultimo film di Lars Von Trier in una circostanza privilegiata. Per me è stata la primissima visione di Nymph()maniac, opera in due volumi, accompagnata dalla presenza del cast in sala, che ha contribuito a rendere lo spettacolo particolarmente intenso e in qualche modo sacrale.

Leggi il seguito