DAY 3 – sinapsi collassate

Ci sono quelle giornate che partono in modo veramente paradossale. Avevo deciso con il gruppo di amici/colleghi con cui sono qui a Lido, di andare a vedere Suburra alle 14.45 in modo tale da recuperare qualche ora di sonno dopo nottate a forza di spritz e PR. Risultato? Sbagliato sala, provato ad entrare a Suburra prodotto da Netflix che ormai era pieno e quindi si temporeggia andando a vedere un film della Settimana della critica. Il film Il cratere dopo pochi minuti ci fa scappare e quindi siamo punto e a capo.

La cosa peggiore a cui pensavo (e se ci ripenso, presa a male totale) è che abbiamo una cena alle 19.15 e quindi non si farà in tempo a vedere nulla.

Film visti al DAY 3: zero.

Allucinante.

Beh si cerca comunque di farsela prendere bene pensando di mettersi in tiro, cenare qualcosa di gustoso e bere molto mentre si conoscono registi emergenti e giovani produttori.

Ritiriamo i nostri abiti dal deposito bagagli, si va in bagno all’Excelsior e chi ti trovi praticamente davanti? Susan Sarandon. Lei l’avevo conosciuta qualche anno fa e avevo avuto il piacere di intrattenermi con lei per qualche minuto di chiacchiere. Semplicemente splendida. Purtroppo dobbiamo andare e lei era un po’ più sulle sue.
Rapido cambio nei bagni e via verso l’isola di San Giorgio.

Ovviamente, quandoo hai un vestito corto e collato e i tacchi, cosa deve succede? Inizia il diluvio e il vero #DISAGIO. Perché dico questo? Facile: rischiamo di scivolare per salire sul vaporetto, rischiamo di bagnarci dentro al vaporetto che imbarcava acqua da un oblò rassettato con un po scoth. Arrivo a San Giorgio, si scende con le solite difficoltà, sottolineate a quel punto che succede? Inizia a piovere ancor di più e noi dobbiamo accedere al primo piano dall’esterno. Arriviamo dunque zuppi e non ci resta che darci all’alcool e al cibo (che però manco arriva). Sorvolando cosa succede a questa cena, stiamo andando via e faccio amicizia con un produttore giovane che ci porta al Bauer. Lì incontro la Cabello a cui faccio i complimenti per il vestito e si torna piano piano a casa. Stanchezza a livelli altissimi!

Km percorsi: 7,4 (non male)

Film visti: zero

Caffè consumati: 5

Aperitivi alcolici: 9

Pasti consumati: 1 fetta di pane integrale a colazione + mandorle e noci

Gabriela Primicerio

Laureata alla Sapienza in Spettacolo teatrale, cinematografico, digitale: teorie e tecniche, ha conseguito il diploma di Master in Gestione della produzione cinematografica e televisiva presso la Luiss. Costantemente in cerca di nuove sfide professionali.