DAY 0

Di diete improbabili e feste glam

Dovendo necessariamente trascorrere diverse ore in treno mentre i tuoi amici/colleghi sono già a Lido mi portano a ricevere una quantità di foto/video/commenti sulle prime impressioni di quella che sarà l’edizione 2017 del festival cinematografico italiano più atteso. Le aspettative sono sempre tante, la frenesia ancora di più, tanto che, nonostante ci vedremo tra qualche ora, nonostante sia il DAY 0 (manco fosse il quinto giorno), stiamo lì ad organizzare proiezioni, feste e quant’altro. Tutti piani che sfumeranno non appena ci saremo seduti a tavolino davanti a uno spritz (si perché a Venezia costa meno lo spritz che l’acqua) con il programma alla mano.
Ogni volta provo a tenerlo pulito, a fare le cose con ordine, a dire magari “oggi vedo tutti i film della SALA PERLA”, ma come finisce ogni volta? Penne colorate alla mano inizio a fare cerchi e cerchietti intorno alle proiezioni, lancio frecce a destra e sinistra che si incastrano con appunti con gli orari delle conferenze stampa che mi interessano. Niente di più delirante. Ebbene sì, perché finché non si è un VIP, la vita dei festival è sempre frenetica e folle. Parlavo a tal proposito con un amico con cui sono andata in vacanza che quest’anno non parteciperà alle giornate di cinema. Eravamo in Sicilia ad abbuffarci e io mi preoccupavo per la linea (si perché poi come entro in quei vestitini strettissimi? come indossare gli abiti un po’ scollati se esce fuori una quantità di ciccetta da ogni foro?) e giustamente mi faceva notare come alla fine di ogni anno, dopo il festival di Venezia finiamo per essere dimagriti di almeno 3kg. UOMINI e DONNE con qualche chilo di troppo, venite al Festival di Venezia, un modo semplice per non mangiare più, bere abbastanza, fumare molto, acculturarsi, che vi non vi lascerà il tempo di nutrirvi più di una volta al giorno!
E così, con la valigia colma di abiti più o meno eleganti e una quantità indescrivibili di mandorle sgusciate, ormai sono quasi arrivata a Venezia Santa Lucia. Rinfrescata al trucco e si scende per correre a Lido, per una volta che mi hanno trovato l’invito all’evento di pre-apertura non posso mancare! Poi evento alla Villa degli Autori e poi finalmente letto!
Meno male che ho fatto la delega e l’accredito me lo ritirano oggi 😀

Gabriela Primicerio

Laureata alla Sapienza in Spettacolo teatrale, cinematografico, digitale: teorie e tecniche, ha conseguito il diploma di Master in Gestione della produzione cinematografica e televisiva presso la Luiss. Costantemente in cerca di nuove sfide professionali.