Max Steel – un piccolo hero movie per la famiglia

Il famoso giocattolo della Mattel prende vita in un film dall’impianto di Hero Movie pensato finalmente per le piccole generazioni e non solo per un pubblico adulto.

Max Mc Grath è un adolescente americano come tanti, orfano di padre e cresciuto con la madre. Nella sua giovane vita ha cambiato spesso città per ragioni sempre non molto chiare, la sua vita subisce una svolta imprevvista quando improvvisamente la madre decide di tornare nella città dove Max e cresciuto e dove il padre – imminente scienziato – ha perso la vita in un incidente misterioso.

Dopo qualche tempo nella cittadina Max inizierà a sentire degli strani flussi di energia provenire dal suo corpo, gli elettrodomestici e gli apparati elettronici intorno a lui cominceranno a risentire della presenza di Max che piano piano inizierà a scoprire i suoi poteri e le conseguenze che comporteranno. Aiutato da Steel un piccolo alieno amico del padre che lo aiuterà e proteggerà nel suo percorso di crescita come supereroe.

Diretto dal giovane Stewart Hendler, già visto alla direzione di Halo 4: Forward Unto Dawn e scritto da Christopher Yost il film haun cast interessante, da Ben Winchell (che interpreta il giovane Max) a Andy García, Josh Brener, Ana Villafañe, Maria Bello e Billy Slaughter.

Il film, come accennato prima, è un heromovie indirizzato però più ad un pubblico giovane, la narrazione è semplice e leggera, niente di pretenzioso o troppo costruito. Tutta la storia scorre con semplicità e anche il pubblico adulto si ritrova comunque piacevolmente intrattenuto, soprattutto grazie alla simpatia del piccolo Steel, dalla sua dolcezza e dalle sue battute sempre simpatiche e mai scontate.

Nel complesso un film per tutta la famiglia, che potrebbe coinvolgere anche chi, con la action figure di Max Steel ci è cresciuto giocando per interi pomeriggi, quando ancora le console ed i loro videogiochi non la facevano da padrone.