Festival del Cinema. Pronti alla conquista di Roma!

Ave Roma, i cinefili ti salutano!

L’attesa è finita si dice in questi casi…ed è vero.

Dopo le interessanti preaperture di questi giorni e i primi biglietti acquistati che già rendono quest’edizione un successo, oggi parte l’undicesima edizione della Festa del Cinema di Roma. In attesa di assistere alle anteprime, di veder sfilare gli ospiti d’onore e si spera di godere del buon cinema, uno potrebbe chiedersi: “Esiste un modo di prepararsi per un Festival? Se è così qual’è?“. Una risposta univoca non esiste, in fondo, è come in quei film in cui si perde del tempo a prepararsi prima di un grande evento, qualche imprevisto, magari due risate e tanta, tanta emozione.

Da parte mia posso solo dire che così vivo l’attesa di questo Festival, a metà tra l’agitazione e l’entusiasmo. Il programma, come vi è stato già annunciato in questi giorni, è piuttosto ricco e pieno di varietà. Non starò qui a ripetere noiosi numeri quindi buttiamo un rapido sguardo!

Si inizia oggi, giovedì 13 ottobre con MOONLIGHT di Barry Jenkins, che aprirà la selezione ufficiale, storia di crescita e di scoperta di sé di un ragazzo di colore, dall’infanzia all’età adulta, che lotta per trovare il suo posto nel mondo. Il resto, come detto sopra è davvero vario. L’Italia si fa avanti con ben 4 titoli: dalle storie al femminile di Daniele Vicari con SOLE CUORE AMORE e di Michele Placido con 7 MINUTI al documentario di Francesco Patierno NAPOLI ‘44 fino alla realtà romana rievocata in MARIA PER ROMA di Karen Di Porto. Molte, come sempre, le pellicole Usa da quello più indipendente di TRAMPS di Adam Leon, THE HOLLARS
di John Krasinsk, a quello più ad alto budget (e già in odore di Oscar?) come il dramma familiare di MANCHESTER BY THE SEA di Kenneth Lonergan, la storia di vendetta e razzismo di THE BIRTH OF A NATION di Nate Parker, l’indagine sulle prove della Shoah di DENIAL di Mick Jackson e infine i numeri e gli intrighi del geniale THE ACCOUNTANT di Gavin O’Connor, con protagonista l’attuale Batman cinematografico, Ben Affleck.

Ci sono anche le pellicole provenienti dal Sud America, dal Giappone, dalla Francia, dal Belgio, dalla Spagna, dal Regno Unito, dall’Iran, da Israele e chi più ne ha più ne metta.

Per gli incontri poi quest’anno avremo ospiti eccezionali. Oliver Stone torna a parlare di politica americana, cospirazione e sicurezza nazionale con SNOWDEN, pellicola che ricostruisce la vicenda del noto informatico, ex tecnico della CIA, che dal 2013 rivelò pubblicamente dettagli di diversi programmi top secret di sorveglianza di massa del governo statunitense e britannico; l’attrice premio Oscar Meryl Streep, che sarà la protagonista di FLORENCE FOSTER JENKINS, rivelerà qualche segreto della sua straordinaria carriera; l’attore premio Oscar Tom Hanks, di cui proprio oggi esce nei cinema italiani INFERNO di Ron Howard, riceverà un premio speciale e a seguire anche il nostro Roberto Benigni, lo scrittore e sceneggiatore David Mamet, l’autore Don DeLillo, gli artisti Gilbert & George, l’architteto Daniel Libeskind, tutti pronti ad incontrare il pubblico e deliziarci con la loro immensa cultura.

Anche nei dintorni della musica abbiamo di che godere: da Jovanotti, Renzo Arbore, Paolo Conte e poi i documentari, da segnalare THE ROLLING STONES OLÉ OLÉ OLÉ! di Paul Dugdale e MICHAEL BUBLÉ – TOUR STOP 148 di Brett Sullivan.

Insomma ci si aspetta molto, ma se effettivamente le direttive di qualità e varietà annunciate a gran voce dal Direttore della Festa Antonio Monda verranno rispettate, beh allora non possiamo che rilassarci, coprirci bene, visto il freddo che fa… come una volta cantava Nada e farci una bella scorpacciata di cinema, musica e quant’altro…

Io presa borsa, badge e cappotto non posso che salutarvi e farvi un augurio:

Buona Festa e tutti noi e a tutti voi!!!

Laura Sciarretta
© Riproduzione riservata