Arrivando al Lido…

E’ tanto ormai che non dedico veramente il mio tempo a scrivere. Non c’è un reale motivo, un po’ è il tempo, un po’ l’essere passate a fare più l’imprenditrice, la produttrice, che altro; ma ci sono viaggi che ci aiutano a riscoprire (spero davvero che questo sia così!) il vero motivo per cui dedichiamo la nostra vita alla Settima Arte.

Lavorare nel cinema sembra un sogno un po’ per tutti. Quante bambine vorrebbero diventare attrici (oggi magari aspirano verso Cara Delevigne, poco attrice e molto modella; magari una volta si guardava verso Katharine Hepburn o Marlene Dietrich), quanti ragazzini vorranno tutt’ora prendere una spada laser e trasformarsi in un Jedi. Allo stesso modo ci sono un sacco di giovani che aspirano a diventare registi (non come Dawson vi prego!), altri compositori, direttori della fotografia, e così via. Poi c’è tutto l’altro filone, quello che cerchiamo di supportare qui a Rear Windows, ovvero quello degli studiosi di cinema, ma bisogna valorizzare anche il lavoro di blogger, influencer, critici cinematografici, editori, etc.
Tutti i mestieri che ruotano intorno al cinema necessitano non solo di competenze ben specifiche in alcuni casi, trasversali in altri, ma sicuramente hanno in comune la necessità di essere appassionati, di amare questo mondo. Senza tediarvi, vi cercherò di raccontare la mia personalissima e intima esperienza, i lati belli della medaglia, e quelli più oscuri; cercherò di condurvi in questo viaggio insieme a me nel tentativo di riconciliarmi con questo settore in un momento in cui il settore stesso mi ha rivelato molto della sua oscurità. Sperando che questo sia un viaggio appassionante, che mi faccia battere il cuore per il cinema ancora una volta, sperando che io vi riesca a trasmettere il tutto, carica di aspettative, dopo quasi sei ore di viaggio trascorse in tre treni, percorrendo diversi km a piedi e infine prendendo un vaporetto, eccomi finalmente a Lido, pronta a iniziare con voi questo meraviglioso viaggio.
Processed with MOLDIV

Gabriela Primicerio

© Riproduzione Riservata

Gabriela Primicerio

Laureata alla Sapienza in Spettacolo teatrale, cinematografico, digitale: teorie e tecniche, ha conseguito il diploma di Master in Gestione della produzione cinematografica e televisiva presso la Luiss. Costantemente in cerca di nuove sfide professionali.