9.04 Elle Fanning

Abituata a stare sul set sin da piccolissima, Elle Fanning è una giovanissima attrice statunitense la cui primissima apparizione sullo schermo avviene a soli tre anni nel film Mi chiamo Sam del 2001, dove è la versione più giovane della bambina Lucy, interpretata della sorella, maggiore di quattro anni, Dakota Fanning. Dopo piccole apparizioni, indipendenti dalla carriera della sorella, la vediamo brevemente in film apprezzabili come Babel di Alejandro González Iñárritu, Reservation Road e Il curioso caso di Benjamin Button di David Fincher. Il 2011 è l’anno in cui si fa notare grazie a due film che le danno più spazio e dunque più visibilità. Il primo è Somewhere di Sofia Coppola, vincitore del Leone d’oro a Venezia 2011, in cui interpreta Cleo, una ragazzina sveglia, affettuosa ma bisognosa della presenza di suo padre, un attore annoiato e assente che proprio grazie alla presenza della figlia pian piano riscopre il bisogno di cambiare il suo stile di vita. L’altro titolo è il film di fantascienza Super 8 di J.J. Abrams dove, nei panni di Alice Dainard, è testimone, insieme a un gruppo di compagni di scuola, di un terribile incidente ferroviario che nasconde non pochi misteri.

Il ruolo per cui è maggiormente nota, seppur il personaggio risulta tutt’altro che ben scritto, è quello della principessa Aurora nel fantasy del 2014 Maleficent, versione moderna de La bella addormentata nel bosco, riletta dal punto di vista dell’antagonista, che ha le sembianze e il magnetismo di Angelina Jolie.

Di recente ha partecipato ha due film interessanti ma purtroppo bistrattati dalla distribuzione italiana: Trumbo, biopic ispirato alla vita dello sceneggiatore di Hollywood Dalton Trumbo e About Ray, in cui Elle Fanning interpreta un’adolescente transgender, quest’ultimo da noi è tutt’ora inedito.

maleficent-poster-aurora-elle-fanningsuper-8-03-08-2011-10-06-2011-37-g hqdefault Laura Sciarretta
© Riproduzione riservata