Nomination Oscar 2016: The problem remains.

b67e67830551ea34f84eb0edf7900236553b83045ca648f52711fe9838b7a681
Anche quest’anno gli Academy non si sono smentiti, con tutte le produzioni Black durante il 2015, da Beast of No Nation a Creed, Concussion e Straight Outta Compton. Potrebbero rispondere: beh però presenta Chris Rock!

Gli Oscar 2015 anche sono stata una delusione, Selma solo due nominations (Best Picture e Best Song) e già aveva fatto discutere. Il trend della stagione precedente era #OscarSoWhite per non aver preso in considerazione almeno tra i Best Director Ava DuVernay, non tanto per il film, che se avete letto il mio articolo (http://www.rearwindows.it/2015/03/selma-is-now/) sapete che l’ho criticato duramente, ma per essere stata l’unica a prendersi la briga di girare un film il cui script passava di mano in mano a vari registi dal 2009.

Chi-raq ultimo film di Spike Lee non è stato preso in considerazione; beh come non aspettarselo quando già in passato non è stato calcolato, e c’era da aspettarselo ancora di più perche Hollywood è furba; intorno a metà novembre 2015 hanno consegnato l’Honorary Award, in cui Wesley Snipes anche si è preso la sua rivincita. E poi pochi giorni fa la consegna a Denzel Washington del premio Cecil De Mille…. Furbi eh!?

Tutti parlano di discriminazione verso gli afroamericani, beh direi; Straight Outta Compton è stato nominato per la sceneggiatura scritta da Jonathan Herman e Andrea Berloff, caucasici. Nel 1956 la rivista Variety aveva portato in luce il problema e le cose non sono cambiate.

Marie Angela Tuala Paku

© Riproduzione Riservata

Marie Angela Tuala Paku

Nata a Roma il 31 marzo 1989. Nel 2014 ho conseguito la laurea Magistrale in Teorie e pratiche dello spettacolo cinematografico, con una tesi intitolata "Blackness e cinema hollywoodiano. Forme e modelli del racconto del trauma afroamericano." Successivamente interessata al lato pratico del cinema ho seguito corsi di regia e montaggio, presso la scuola Sentieri Selvaggi di Roma.