God bless the child

Primo dei 4 film italiani in concorso al Torino Film Festival 33esima edizione. Di Mario Balsamo, regista, al secondo lungometraggio, dopo Noi non siamo come James Bond (2012), il quale intraprende un altro viaggio, questa volta cinematografico a 360°. Un viaggio sempre biografico (nel primo lungometraggio era raccontava, insieme al suo amico Guido Gabrielli l’uscita dal tumore) intrapreso insieme alla madre, Silvana Stefanini, attrice italiana negli anni 50.

Un viaggio, che come dice il regista alla presentazione del docufilm, “difficile e faticoso ma anche emozionante”, in cui si va alla ricerca del film La barriera della legge (1954) in cui Silvana Stefanini ha interpretato la parte di Ilda, film introvabile, che un amico di Mario però riesce a recuperare. Per il compleanno Mario regala alla madre Silvana la locandina.

Tra le parti interessanti di questo docufilm è il momento in cui la madre di Mario si interfaccia con la tecnologia e vede la sua scheda su imdb: “e chi mi ci ha messo? va be quando morirò sparirà no? sono morta!”

-la madre non è accreditata nel film e alla fine del docufilm mentre sono in sala, prenotata da Mario per far vedere alla madre la copia del film rintracciata, alla fine dei titoli di coda gli dice se si possa far aggiungere dal montatore il suo nome nei titoli. Il docufilm finisce e appare il cartello con l’aggiunta del suo nome tra i crediti finali.

Tra realtà e finzione e molte recriminazioni da parte di entrambi per il rapporto avuto fino a quel momento, un docufilm molto riuscito anche a livello tecnico, che per chi non conoscesse il regista e i precedenti lavori, fa venir voglia di reperirli.

Marie Angela Tuala Paku

© Riproduzione Riservata

Marie Angela Tuala Paku

Nata a Roma il 31 marzo 1989. Nel 2014 ho conseguito la laurea Magistrale in Teorie e pratiche dello spettacolo cinematografico, con una tesi intitolata "Blackness e cinema hollywoodiano. Forme e modelli del racconto del trauma afroamericano." Successivamente interessata al lato pratico del cinema ho seguito corsi di regia e montaggio, presso la scuola Sentieri Selvaggi di Roma.