6.11 Emma Stone

Emily Jean Stone, detta Emma, nata a Scottsdale il 6 novembre 1988, a quindici anni si trasferisce a Los Angeles e comincia la sua carriera televisiva, grazie ad alcuni ruoli in numerose serie come Medium, Zack e Cody al Grand Hotel e Malcolm.

Il suo esordio al cinema avviene nel 2007 nel segno della commedia demenziale di Suxbad – Tre menti sopra il pelo, diretta da Gregg Mottola e prodotta da Jude Apatow, autore di numerosi successi comedy, come 40 anni vergine e Molto in cinta.  Nel 2008 partecipa ad altre commedie come The Rocker – Il batterista nudo, La coniglietta di casa e Zombieland. Nel 2010 ottiene il suo primo ruolo da protagonista nel divertente Easy Girl, dove interpreta Olive, un’adolescente che per colpa di una bugia innocente, inizia ad aiutare dei compagni di scuola “sfigati” a crearsi una reputazione, facendo credere di esserci andata a letto insieme. Sarà etichettata come ragazza facile, con tanto di lettera A sul guardaroba (ovvio riferimento al romanzo La lettera scarlatta), che lei si attacca con una sana dose d’ironia. Questo ruolo simpatico e per nulla banale le fa ottenere la sua prima nomination ai Golden Globe e le spalanca definitivamente le porte per progetti più grandi. Nel 2011, dopo la parantesi di nuovo comedy di Crazy Stupid Love, interpreta Skeeter Phelan, ragazza di buona famiglia nel Mississipi razzista degli anni ’60, che, grazie al proprio coraggio e all’aiuto di alcune cameriere di colore, denuncia le umiliazioni e le segregazioni subite da queste donne, a servizio di famiglie bianche del posto. Il film in questione è The Help, che oltre ad ottenere vari riconoscimenti per le sue brave interpreti (oltre alla Stone anche Viola Davis e Victoria Spencer) negli USA è un successo da 160 milioni di dollari.

Dopo il dramma a sfondo razziale è tempo di cinecomic. Dal 2012 Emma Stone è Gwen Stacy, la fidanzata dell’Uomo ragno, interpretato da Andrew Garfield, nel reebot Amazing Spiderman e poi anche nel sequel del 2014, entrambi diretti da Marc Webb. Proprio sul set del primo film, scocca l’amore tra lei e il giovane Garfield, che dopo poco tempo si fidanzano. Sempre nel 2014 è tempo però della svolta, che avviene grazie a due registi culturalmente e stilisticamente diversissimi. Il primo è Alejandro González Iñárritu, per cui recita nel pluripremiato Birdman, dove ottiene la sua prima candidatura agli Oscar. Il secondo è Woody Allen, che la dirige in Magic in the moonlight e poi nel 2015 nell’atteso Irrational man, da natale nelle nostre sale, dove affianca il grandissimo Joaquin Phoenix.

Laura Sciarretta

© Riproduzione Riservata