Spectre – semplicemente adrenalitico

[vc_row][vc_column][vc_column_text]Un video-messaggio del passato da parte di M. (Judi Dench), registrato prima della sua morte, porta Bond ad intraprendere una sua personale missione, e svelare il mistero che si cela dietro Spectre. Tutto ciò grazie anche all’aiuto di Miss Moneypenny (Naomie Harris) e Q. (Ben Wishaw).

La trama non cambia neppure questa volta.

L’agente “doppio zero” é impegnato in combattimenti corpo a corpo, inseguimenti, senza mai perdere di originalità e raffinatezza. Il tutto condito dalle due bond-girl, Monica Bellucci (Lucia Sciarra), vedova affascinante di un criminale ucciso per mano di Bond e Léa Seydoux (Madeleine Swann), figlia di Mr. White, psicologa indipendente ed intelligente, che non subisce il fascino di Bond, la prima volta che lo vede. Ma il loro rapporto cambierà nel corso degli eventi e li porterà ad unirsi di più.

Le riprese hanno toccato vari punti del mondo e sono le “co-protagoniste” grazie alle quali, gli inseguimenti mozzafiato e i combattementi, acquistano una diversa valenza. Sam Mendes osserva: “Siccome per Bond il suo viaggio personale è molto importante, abbiamo deciso di scegliere diverse location, in diversi paesi del  mondo.

Prima fra tutte a partecipare é la Città del Messico, dove é stata girata la prima scena che fa da apri-pista al film, ambientata durante il “Día de Muertos” (Giorno dei Morti).

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row full_width=”” parallax=”” parallax_image=””][vc_column width=”1/1″][vc_video link=”https://youtu.be/TZ9rWOPDDUU”][/vc_column][/vc_row][vc_row full_width=”” parallax=”” parallax_image=””][vc_column width=”1/1″][vc_column_text]

Nel pieno dei festeggiamenti, fra maschere scheletriche, balli e carri allegorici, James Bond, si mischia alla folla. Il suo obiettivo é quello di uccidere Marco Sciarra, un membro della Spectre. Ad una prima sparatoria, nella quale il criminale viene solamente ferito, segue un combattimento aereo, nel quale la tenacia fisica dell’agente 007, ha la meglio. Il compito commissionato da M. é stato portato a termine. Ma questo é solo l’inizio.

Si prosegue poi con la Città Eterna, Roma, che riesce a dare un’atmosfera cupa ed inquietante. Qui si scende in strada, al volante di due macchine da corsa. Una guidata da Bond, a prova di proiettile e l’altra in cui si trova  Hinx ( Dave Bautista) che ha sostituito Marco Sciarra nell’organizzazione criminale.

In piena notte, si mette in scena una gara di velocità per sfuggire l’uno dall’altro. La potenza delle due macchine viene messa a dura prova dalle strette vie del centro storico.

Roma di notte é uno sfondo perfetto che dà maggiore visibilità ed impatto a quello che sta succedendo. Tutto si concentra in un punto. Ma non può passare inosservato il momento in cui,James Bond ed Hinx raggiungono il colonnato di Via della Conciliazione.

É una corsa all’ultimo respiro che termina nelle acque del Tevere dove affonda la macchina dell’agente 007, uscito fuori dall’abitacolo prima dell’impatto, grazie ad uno dei tanti “optional” che hanno le sue macchine.

Si arriva in nelle innevate montagne dell’Austria. Bond viene a conoscenza della figlia di Mr. White. Non ci si può dimenticare della sede dell’MI6 (organizzazione di intellingence di cui fa parte James Bond) a Londra. Nessun film di Bond sarebbe tale senza scene ambientate nella capitale U.K. Il viaggio personale dell’agente tocca come ultima tappa il Marocco.

La colonna sonora cattura l’attenzione istantaneamente, e l’udito viene deliziato da Sam Smith sulle note di “Writing’s on the wall”.

007 ci aspetta il prossimo 05 Novembre nelle sale cinematografiche.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row full_width=”” parallax=”” parallax_image=””][vc_column width=”1/1″][vc_video link=”https://youtu.be/7NrDIbW7MGk”][/vc_column][/vc_row][vc_row full_width=”” parallax=”” parallax_image=””][vc_column width=”1/1″][vc_column_text]

 Silvia Palomba
© Riproduzione Riservata

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]